Noleggio Scooter Pieve Ligure – Elettrico e Benzina

Noleggio Scooter Pieve Ligure Noleggio Scooter elettrici o a benzina

anche con consegna a domicilio

e senza carta di credito!

☎️ Chiamaci ora!

WhatsApp +39 348 2905502info@easyscootergenova.it

Prenota ora!


    Con Easyscooter Genova noleggiare uno scooter elettrici o a benzina è un gioco da ragazzi, veloce e senza troppi pensieri!

    ● Preventivi personalizzati e gratuiti

    ● Consegna e ritiro in città nel luogo da te richiesto

    ● Nessuna commissione sulla carta di credito

    ● Scegli fra scooter elettrici o a benzina

    ● Possibilità di noleggio senza carta di credito

    NOLEGGIO A BREVE TERMINE

    Che sia per poche ore, qualche giorno o più settimane, da noi puoi noleggiare lo scooter più utile ai tuoi movimenti per vivere la città o la tua vancanza in libertà!

    Il tuo scooter ad un prezzo piccolo piccolo. Tariffe scontate per noleggi più lunghi!

    Nel nostro punto vendita in Via G. Passale 18/r a Genova Nervi abbiamo un’ampia selezione di AUTO a noleggio, puoi acquisto e-bike e scooter elettrici, siamo pronti a soddisfare ogni tua esigenza!!!

     

    LIBERTA’ DI GUIDA

    Scegli se noleggiare uno scooter a benzina o elettrico, privilegiando la libertà di guidare ovunque anche nelle ztl della città

     

    CARTA O CONTANTI

    Non hai la carta di credito?

    Da noi non è un problema, puoi noleggiare lasciando le cauzioni in contanti

     

    CONSEGNA E RILASCIO

    Scegli tu quando ritirare lo scooter e quando riconsegnarlo, nel nostro point a Genova Nervi o all’indirizzo scelto da te

     

    AFFIDABILITA’

    Di Easyscooter ti puoi fidare al 100%, da noi puoi noleggiare anche auto e veicoli elettrici VELECO per anziani e disabili

    Noleggio Scooter Pieve Ligure. Esplora la Bellezza di Pieve Ligure: Noleggia uno Scooterper un Viaggio Ecologico

    Esplora la Bellezza di Pieve Ligure: Noleggia uno Scooter Elettrico per un Viaggio Ecologico

    Pieve Ligure è posto al confine est del comune di Bogliasco, a ovest di Sori; a sud è bagnato dal mar Ligure, mentre il territorio a nord è disabitato, lasciando spazio alle cime della catena montuosa costiera.

    Il paese è strutturato su strade e antiche crêuze che si estendono lungo le pendici del Monte Santa Croce con alberi di ulivo, pino marittimo e mimosa a comporre buona parte della flora del territorio

    Pieve di Sori, nome originario del Comune, derivava certamente dall’unione dei due termini “pieve” e “sori”. La parola Pieve si riferiva agli edifici religiosi che venivano edificati su vecchie ville nei primi Comuni, le cosiddette pievi.

    Secondo alcuni studi la sua fondazione risale ai tempi dell’Antica Roma, quando il paese fu edificato come piccolo villaggio. Tale rimase fino in epoca cristiana, quando vi fu edificata una pieve che creò nuove attrattive per il villaggio.

    Il primo documento ufficiale riguardante il comune è datato 1143 quando ancora il paese aveva le dimensioni di un piccolo borgo. Nel XII secolo Pieve era diventata quindi un dominio della fiorente Repubblica di Genova, la quale però le permise dopo pochi anni di aggregarsi a Recco.

    Il paese ha avuto una storia appartata e tranquilla fino al XVI secolo, fino a quando subì l’attacco marittimo di predoni giunti dalla Turchia (che in precedenza avevano attaccato anche Recco) che nel 1584 la misero a ferro e fuoco, depredandola.

    Una volta che i briganti si furono allontanati, Pieve fu in pochi anni ricostruita e resa meno vulnerabile dagli attacchi nemici con la costruzione di protezioni, tra le quali l’ancora presente castello Cirla.

    Fino ai primi decenni del XX secolo, Pieve è rimasto comunque un paese povero e isolato dagli altri comuni. Gli uomini erano contadini, marinai e artigiani; le donne erano tessitrici o levatrici.

    Nel 1947, con la separazione da Bogliasco, Pieve divenne definitivamente una comunità autonoma. Ha fatto parte dal 1973 al 2009 della Comunità montana Fontanabuona. Dal 2014 al 2024 ha fatto parte dell’Unione dei comuni del Golfo Paradiso.

    La chiesa principale del comune di Pieve Ligure è la chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo. L’aspetto odierno dell’edificio religioso è frutto di una ricostruzione anteriore, forse del 1537 e di vari restauri.

    Nel territorio pievese è presente il già citato castello Cirla allo scalo Torre. Tale costruzione in origine era una torre saracena, edificata per combattere le incursioni dei pirati. Essa venne in buona parte demolita nel 1909 per diventare quella che è oggi l’attuale residenza privata.

    Nel territorio comunale di Pieve Ligure è presente e preservato un sito di interesse comunitario, proposto dalla rete Natura 2000 della Liguria, per il suo particolare interesse naturale e geologico.

    La festività più celebre e affermata del comune pievese è la Festa della mimosa. La produzione olearia è rilevante per l’economia pievese fino al XIX secolo, tanto che il Comune fa ancora oggi parte dell’Associazione nazionale città dell’olio.

    Pieve Ligure

    Pieve Ligure

    Esplora la Bellezza di Pieve Ligure: Noleggia uno Scooter Elettrico per un Viaggio Ecologico